Elimina i colli di bottiglia dalla tua attività ed aumenta la produttività.

Elimina i colli di bottiglia dalla tua attività ed aumenta la produttività.

Se la tua azienda sta lottando per raggiungere i suoi obiettivi questo potrebbe essere dovuto ad un collo di bottiglia.

Il termine “collo di bottiglia” ha avuto origine nella produzione, in riferimento a un intasamento della linea di produzione e si forma quando un processo scorrere con evidenti intoppi da un passaggio all’altro visto che un problema lo fa vacillare lungo il percorso.

Questo porta a un arretrato di lavoro e rallenta la produzione fino a quando il problema non viene individuato e risolto.

L’eliminazione dei colli di bottiglia farà risparmiare tempo, energia e risorse quindi spieghiamo come identificare i colli di bottiglia nell’attività e un piano per rimuoverli.

INDIVIDUAZIONE DEI COLLI DI BOTTIGLIA IN UNA PICCOLA IMPRESA

Una attività sta lottando per decollare a causa dei limiti dell’azienda stessa come ad esempio principalmente il tempo.

Affinché l’azienda potesse progredire, dobbiamo identificare i principali colli di bottiglia e lavorare per sbloccarli.

La visione aziendale è semplice: fornire agli studenti le attrezzature e le risorse di cui hanno bisogno per diventare esperto nella materia considerata, finora il nostro obiettivo è stato quello di produrre oggetti di cancelleria di base richiesta da tutti gli studenti.

L’inizio era andato relativamente liscio: sito Web, marchio, design dei prodotti e il software dedicato si sono riuniti e sviluppati rapidamente così che il concetto è stato accolto molto bene da tutta la comunità della nicchia interessata.

Tuttavia, non ci volle molto perché altre aree del progetto si bloccassero come ad esempio i prodotti fisici che non venivano “sfornati” con la velocità, la qualità o la quantità di cui avevamo bisogno.

Ma non noteremo mai le evidenti debolezze mentre siamo impegnati nelle attività quotidiane.

Per arrivare alla radice del problema, per esporre le inefficienze e determinare esattamente cosa stava rallentando questo business, vanno innanzitutto considerate tutte le barriere tra noi e gli obiettivi stabiliti dall’azienda e da lì è stato facile individuare i temi comuni.

PROBLEMI NEL BUSINESS

Devi essere estremamente critico per identificare gli ostacoli che impediscono alla tua azienda di raggiungere i suoi obiettivi, ciò significa guardarsi allo specchio tanto quanto tutto e tutti gli altri coinvolti.

Ecco un possibile elenco delle barriere identificabili:

  • Offerta: le quantità degli ordini erano troppo basse per soddisfare una domanda crescente.
  • Prezzi incoerenti: i prezzi non erano coerenti tra i lotti di prodotti acquistati dal fornitore. Ciò significava che non c’era modo di proiettare con precisione i profitti futuri.
  • Inconveniente tempo perso:
    • Ritiro dell’inventario: per alcuni dei prodotti, la consegna non era un’opzione. Ciò significava mettere da parte del tempo prezioso per raccogliere fisicamente le scorte dall’officina di un fornitore.
    • Imballaggio: la maggior parte dei prodotti doveva essere confezionata separatamente dal fornitore. Ancora una volta, questo ha fatto perdere tempo e ha creato ulteriori passaggi nella produzione dell’articolo finito.
  • Mancanza d’interesse da parte del cliente per alcuni prodotti:
    • Vendite basse: diversi prodotti fisici generavano vendite scarse o nulle.
    • Mancanza di download di prodotti digitali: nessuno ha mostrato interesse per il software anche quando offerto gratuitamente.
  • Programmazione: è stato richiesto un tempo di programmazione eccessivo per creare il nostro prodotto digitale che ha lasciato poco tempo per progettare nuovi prodotti fisici.
  • Post sul blog con prestazioni insufficienti: i post sul blog non stavano guadagnando il numero di lettori che ci aspettavamo e c’era poco tempo libero per creare nuovi post (per lanciare una rete più ampia) o per concentrarsi sulla promozione di quelli esistenti.
  • Messa a fuoco fuori luogo:
    • Partner commerciale: la sua forza sta nel branding e nella progettazione di nuovi prodotti, ma si concentra sempre di più su:
      • (a) programmazione e (b) marketing.
    • Io: la mia forza sta nella scrittura, nel marketing ( SEO in particolare) e nella ricerca del prodotto, ma mi stavo concentrando sempre di più su (a) programmazione e (b) lavoro manuale e gestione dell’inventario.

RIEPILOGO DEI COLLI DI BOTTIGLIA

Gli ostacoli sopra elencati possono essere riassunti come colli di bottiglia.

  • Fornitore inaffidabile: non può soddisfare la domanda, non può semplificare il nostro processo di produzione, spreca il nostro tempo senza alcuna opzione di consegna.
  • Noi stessi (come passiamo il tempo):
    • Programmazione: richiede troppo tempo e non ci consente di concentrarci su ciò che funziona meglio nel business: creare prodotti fisici utili.
    • Ricerca: apparentemente abbiamo valutato male la popolarità di diversi prodotti. Dobbiamo investire più tempo nella progettazione di quelli che genereranno più interesse.
    • Scrittura: gli articoli non ci aiutano a vendere più prodotti. Inoltre, impiegano circa 1-2 giorni ciascuno per scrivere quindi l’arretrato dei contenuti proposti si sta accumulando.
    • Marketing: i prodotti e i post del blog hanno avuto poche possibilità di soddisfare il loro potenziale così è necessaria più promozione con, esempio, PPC , SEO , social media , newsletter, ecc.

Quindi i colli di bottiglia nell’attività derivavano prevalentemente da un fornitore di prodotti inaffidabile e da noi stessi.

Ho ipotizzato un piano che consentisse a me stesso e al mio partner commerciale di aumentare la produttività dedicando la stessa quantità di tempo al progetto.

PIANO DI AZIONE

In particolare, volevo liberare più tempo possibile per consentire a me stesso e al mio socio in affari di sfruttare i nostri punti di forza .

Teniamo presente che, almeno all’inizio, l’azienda possiede pochi fondi per assumere personale a tempo pieno per colmare le lacune quindi l’unica soluzione praticabile è quella di aumentare l’efficienza.

Ecco cosa potremo fare:

1. Cambia il fornitore: Lavorare con una fabbrica più affidabile.

2. Metti in attesa la programmazione: l’applicativo non è fondamentale per la crescita immediata dell’attività e le capacità o le risorse per completarlo in un breve lasso di tempo sono assenti. Concentriamoci sui prodotti fisici per ora, con l’obiettivo di reindirizzarli in seguito. Ciò consentirà di risparmiare un’enorme quantità di tempo.

3. Sviluppare più prodotti fisici: Concentriamoci sulla produzione di prodotti simili a quelli che funzionano bene. Aumenta la scala utilizzando i nuovi fornitori.

4. Smettiamo di commercializzare prodotti a basso costo .

· Concentriamoci sui prodotti con un potenziale di rialzo più elevato.

· Offriamo prodotti più deboli con uno sconto o regalali in promozioni per evitare le tariffe di archiviazione di Amazon FBA e recuperare le perdite.

5. Passiamo a contenuti sempreverdi: Allontaniamoci dallo scrivere contenuti di blog su argomenti di attualità (che richiedono un’attenzione costante), concentriamoci sulla scrittura di argomenti che rimarranno rilevanti molto a lungo o meglio per sempre. Questo riduce la pressione e fa risparmiare tempo.

6. Aumentare gli sforzi di marketing: Investire più tempo nel marketing per dare a tutti i prodotti esistenti le massime possibilità di successo.

FUNZIONA?

L’attuazione del piano di cui sopra richiede molta forza e inoltre, lungo il viaggio compaiono continuamente nuovi blocchi stradali, ma l’attività è indubbiamente in una posizione molto più forte di prima.

Il rispetto di questo piano aiuta a creare una piattaforma per costruire una serie di prodotti validi al fine di raggiungere gli obbiettivi che ci siamo prefissi.

La morale importante di tutto questo è che a volte dobbiamo cambiare rotta per migliorare la produttività e questo potrebbe significare fare un temporaneo passo indietro, abbandonare certe idee che avevamo o adattare la nostra visione per realizzarlo.

Se gestiamo una piccola attività online e desideriamo apportare alcune modifiche, il mio consiglio è di riconoscere i nostri limiti, conoscere i punti deboli e sfruttare i punti di forza.

Arrivederci ai prossimi articoli.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: