YmaxConsulting On-line Marketing low cost… se vuoi tutto al minor costo

Il futuro di Google Adsense

Il futuro di Google Adsense

Ci sono molte idee che stanno emergendo riguardo a come sarà AdSense in futuro e come cambierà il sistema rispetto a quello che è ora.

In primo luogo, è chiaro che gli algoritmi di targeting diventeranno migliori e più potenti di quanto lo siano ora, come quanto abbiamo già visto con lo stesso motore di ricerca di Google negli ultimi anni e non dovrebbe sorprendere che ciò accada anche con AdSense.

Gli inserzionisti appariranno in risultati più appropriati, coloro che manipoleranno i loro contenuti per consentire la visualizzazione di parole chiave a pagamento potrebbero avere maggiori difficoltà a meno che non sia effettivamente appropriato al contenuto.

Un’altra cosa che è destinata ad accadere è una maggiore protezione per gli inserzionisti AdWords in merito alla frode dei clic, Google riconosce che questo è un problema fondamentale da affrontare il più rapidamente possibile e non c’è dubbio che ciò accadrà velocemente.

Al momento chi ha alti livelli di traffico, può facilmente mascherare gli indirizzi IP e aumentare il CTR (Click Through Rate), questo diventerà progressivamente più difficile da attuare.

Google è desideroso di migliorare i suoi prodotti come ha già fatto in AdSense introducendo CPM AdSense con targeting per sito, “determinazione intelligente del prezzo” e blocco del dominio e probabilmente ci saranno miglioramenti che sono già stati aggiunti da altri siti simili.

Uno di questi esempi è la possibilità per l’inserzionista di avere un maggiore controllo sulla posizione in cui viene visualizzato il contenuto, ciò potrebbe significare bloccare la visualizzazione del tuo sito su diversi indirizzi che ospitano banner AdSense.

Un’altra idea che è stata avanzata è che Google integrerà AdSense anche in altri media come giornali o televisione e così via anche se questo potrebbe sembrare più che altro fantascientifico nella realtà, non c’è alcuna indicazione che ciò potrebbe non accadere.

Google ha accesso a una gamma internazionale di oltre 150.000 inserzionisti tanto da poter scegliere di penetrare nei mercati offline in diversi paesi e con la forte rete creata possono scegliere di nominare o consentire ai distributori offline di creare un formato per la pubblicità AdWords nei contenuti e nella ricerca offline.

Potrebbero essere implementate più opzioni per i publisher AdSense, consentendo loro di specificare proprie parole chiave, sebbene Google sia stato riluttante a questo, non c’è alcuna indicazione che ciò non accadrà in futuro.

Inoltre, molte persone richiedono una specifica chiarezza nella politica dei prezzi di infatti Google non ha mai fornito indicazioni sul motivo per cui questa non possa essere un’informazione pubblica, ma in questo momento sembra altamente improbabile che tali informazioni saranno mai presenti su Google AdSense.

Un’altra caratteristica che potrebbe trovarsi in AdSense sarebbe consentire agli editori di siti web di vedere quali link stanno generando clic sul loro sito web in base alle parole chiave.

Questo potrebbe finire per essere un grosso problema che potrebbe minacciare l’intero sistema in quanto potrebbe forse incoraggiare la creazione di più siti Web solo adsense man mano che i profitti diventano più trasparenti, quindi molte più persone potranno creare siti “solo AdSense” progettati esclusivamente per realizzare profitti tramite questo strumento.

Anche se questo sta già accadendo, potrebbe essere sciocco da parte di Google continuare a mantenere tali strumenti nelle mani dei suoi editori.

Tuttavia, una cosa che potrebbe accadere è un modo per gli utenti di risolvere i loro problemi nei propri siti che generano un basso reddito in Adsense, questo potrebbe essere fatto tramite una procedura guidata in linea o qualcosa di simile in modo che vangano dati suggerimenti in base ai loro contenuti.

Ma la parola d’ordine principale della giornata è RSS, la possibilità di inviare annunci mirati direttamente agli utenti senza la necessità di alcuna navigazione sta diventando una realtà, ci sono chiari segnali che Google non si lascerà sfuggire questa importante opportunità.

Questo è ciò che la “televisione interattiva” e oggetti simili cercano di fare da un po’ di tempo ed internet sarebbe il mezzo migliore per fare questo essendo altamente interattivo.

Infine, la cosa migliore è farci sorprendere da Google con nuove funzionalità a cui non avremmo mai pensato ma che si rivelano di importanza fondamentale per la nostra attività online.

Ci rivediamo al prossimo articolo.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *