Seo o Pay-per-click: quale scegliere

Seo o Pay-per-click: quale scegliere

Ci sono due principali strategie di marketing per i motori di ricerca in uso oggi: SEO (ottimizzazione dei motori di ricerca) e PPC (pay-per-click), entrambe le strategie sono completamente diverse ed è difficile decidere quale o quale combinazione sia giusta per le nostre necessità.

Per decidere quale strategia è la migliore, consideriamone le basi in quanto risulta più facile giudicare i pro e i contro quando si tiene conto del quadro generale.

Le persone continueranno a lottare per le prime posizioni nei motori di ricerca ed il marketing sui motori di ricerca è senza dubbio una delle migliori fonti di traffico mirato.

Mentre le persone cercano continuamente di trovare modi nuovi e unici per ottenere traffico aggiuntivo sui loro siti web, il settore SEO continua a crescere, il PPC si riferisce alla pubblicità su un motore di ricerca che addebita un costo per clic ogni volta che un visitatore fa clic su uno dei tuoi annunci.

L’ordine degli annunci è generalmente basato sui prezzi di offerta, il che significa che l’inserzionista che offre il prezzo più alto per clic verrà elencato per primo, questi elenchi sponsorizzati sono noti come elenchi PPC.

La SEO cerca di cambiare il ranking del tuo motore di ricerca esaminando una serie di fattori tra cui la popolarità dei link, il Page Rank e così via, se il tuo sito web è ottimizzato per i motori di ricerca, ovviamente è più probabile che tu abbia un buon posizionamento ed un sito ben ottimizzato e commercializzato verrà elencato tra i migliori risultati ogni volta che una persona cerca le parole chiave correlate.

Uno dei migliori vantaggi del marketing SEO è che non devi pagare per nessun clic e quindi come possiamo decidere quale metodo è migliore?

Entrambi i metodi servono effettivamente a scopi diversi, tuttavia, è probabile che uno sia più adatto alla tua attività rispetto all’altro.

PPC

Il traffico, le classifiche e i risultati del PPC tendono ad essere più stabili e prevedibili del SEO e, combinato con il suo basso costo, questo lo rende uno dei modi più popolari di pubblicità.

La maggior parte delle aziende prova questo metodo prima di provare il SEO, perché è visto come più stabile, in molti casi PPC consente di posizionare bene il nostro sito sui motori di ricerca, senza dover svolgere il noioso lavoro costante essenziale presente nella SEO: nessuna ricerca di partner di collegamento, pubblicazione di collegamenti, creazione di contenuti e così via.

Un altro vantaggio è che l’annuncio verrà pubblicato quando lo desideri e non quando il motore di ricerca lo ritiene congruo, con la popolarità di PPC che cresce di giorno in giorno, anche il mercato sta diventando competitivo.

Andando avanti scopriremo però che i CPC (costi per clic) sono in costante aumento e per questo sta diventando difficile investire molto.

SEO

Il vantaggio principale del SEO è che non costa per clic. Gli svantaggi sono che il traffico verso il tuo sito web è più imprevedibile e richiede molto lavoro.

Con la SEO, devi adattare e cambiare costantemente le strategie mentre i motori di ricerca cambiano i loro algoritmi e quindi risulta anche più lenta del PPC, poiché molti motori di ricerca non elencano nuovi siti.

Allora cosa sarebbe meglio scegliere? Tutto dipende da quanti soldi abbiamo nel nostro budget, da quanto siamo disposti a spendere, qual è la linea temporale e qual è il ritorno sull’investimento.

Se una buona disponibilità di contanti, PPC dovrebbe essere la prima scelta, poiché produce risultati rapidi, ad esempio possiamo utilizzarlo per testare l’efficacia dei siti web.

Se, invece abbiamo tempo e denaro da investire in risultati a lungo termine, anche la SEO è un’opzione eccellente.

Tutto sommato, la migliore strategia di marketing è in genere quella di utilizzare PPC a breve termine per ottenere traffico immediato e analizzare le conversioni mentre la SEO dovrebbe quindi essere presa in considerazione per una visione a lungo termine in mente, in modo da poter raccogliere i benefici del traffico gratuito in seguito.

In realtà l’azione combinata delle due strategie risulta il top abbracciando ambedue gli archi temporali massimizzando profitti e risultati.

Ci rivediamo al prossimo articolo.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: